Questo sito utilizza cookie. I cookie sono fondamentali per ottenere il meglio dal nostro sito Web, infatti quasi tutti ne fanno uso. I cookie memorizzano le preferenze degli utenti e altre informazioni che ci aiutano a migliorare il nostro sito Web. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa Cookie. Clicca su accetto per proseguire la navigazione, cliccando su un qualunque elemento sottostante acconsenti comunque all'uso dei cookie.

Le olbiesi, in grave difficoltà a causa delle assenze, cedono al forte Fenera in tre set (25-18; 25-15; 25-16)

Esordio con sconfitta per la Golem Olbia nel campionato di Serie A2 Femminile. Troppo forte, allo stato attuale, il Fenera Chieri per le ragazze di Pasqualino Giangrossi, frenate sia dai problemi fisici (Muresan e Fusani sono rimaste a Olbia a causa di problemi muscolari, mentre Spinello è stata tenuta precauzionalmente a riposo per il riacutizzarsi di una infiammazione al polso) che da alcuni intoppi burocratici, con la giapponese Mami Uchiseto che non può essere ancora impiegata a causa di un problema con il transfer internazionale. La compagine piemontese si impone così per 3-0 (parziali 25-18; 25-15; 25-16), punendo le difficoltà di una Hermaea che ha avuto comunque dei segnali incoraggianti da Bartolini, Provaroni e dall’esordiente (classe 2001) Cristina Murru, in campo con coraggio per larghi tratti della partita.

LA GARA – Chieri mette fin da subito le cose in chiaro e parte con un break di 4-0. Il vantaggio delle padrone di casa cresce rapidamente fino al +10 (17-7). Coach Giangrossi prova a fermare l’emorragia chiamando timeout, e al rientro in campo l’ungherese Soos mette a terra 3 punti consecutivi che risollevano il morale delle olbiesi, capaci di riportarsi fino al -5 (22-17). Chieri, trascinata dall’ex Angelina, chiude però i conti del primo set sul 25-18.

Nel secondo il Fenera parte in maniera ancor più decisa, con Akrari che in breve tempo arriva a firmare il 12-2. La Golem reagisce d’orgoglio e dimezza lo svantaggio, ma Chieri – con Mezzi e Perinelli – si aggiudica in maniera perentoria il set sul 25-15.

La sfida è più equilibrata in avvio di terza frazione, con le galluresi che si portano in testa sul 3-4 grazie al muro vincente di Cecconello. Il Fenera reagisce subito e dopo una fase punto a punto scappa via. In questa fase è decisivo un break di 5 punti scaturito dal turno in battuta di Perinelli. L’Hermaea lotta fino alla fine, annullando anche 3 palle match alle rivali, ma alla fine si deve arrendere sul 25-16.

Per le galluresi si tratta di una sconfitta preventivata alla vigilia, data l’oggettiva forza dell’avversario e le innumerevoli difficoltà che hanno caratterizzato questo avvio di stagione. Nessun dramma, comunque: in settimana lo staff tecnico e quello medico lavoreranno sodo per cercare di rimettere in sesto l’organico in vista dell’esordio al PalAltoGusto, fissato per domenica prossima contro il Volalto Caserta.

Fenera Chieri ‘76-Golem Olbia 3-0 (25-18; 25-15; 25-16)

FENERA CHIERI ’76: De Lellis, Manfredini 7, Lualdi 9, Akrari 12, Angelina 16, Perinelli 9; Bresciani (L); Moretto, Mezzi 2. N.e. Colombano, Salvi, Batte, Sandrone. All. Secchi, 2° Sinibaldi.

GOLEM OLBIA: Simoncini 1, Iannone 1, Barazza 5, Bartolini 10, Soos 5, Provaroni 9; Barbagallo (L); Caboni, Murru, Cecconello 2. N.e. Branca. All. Giangrossi, 2° Okechukwu.

ARBITRI: De Sensi di Lamezia Terme e Pozzi di Castelnuovo Scrivia. 

Olbia, 8 ottobre 2017

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

Joomla templates by a4joomla